The Lonely Passenger (Photo From Reggio Emilia AV Mediopadana Station)

by Bernardo Ricci Armani October 24, 2016 0 comment
The Lonely Passenger (Photo From Reggio Emilia AV Mediopadana Station)

Reggio Emilia (Italy). A photograph quickly captured during a very short train stop at the “Reggio Emilia AV Mediopadana” station. As soon as I realised that the train I was travelling with, was stopping at the high speed train station Reggio Emilia AV (AV means “Alta Velocità“, which is the Italian for High Speed), I thought it was an unmissable opportunity. Indeed, all the times I pass from this station (or close to it, such as when I drive on the A1 highway, which runs close to it) I’m really mesmerised by its futuristic architecture designed by Santiago Calatrava: the sequence of 19 modules, each of them 25 meters long and made with 25 staggered steel portals (one per meter) generates a very peculiar structure – 483 meters long – which resembles a wave and that calls to my mind the famous Bridge of Aspiration in Covent Garden – London, which connects the Royal Ballet Upper School with the Royal Opera House.

Since I was just in transit, I knew I hadn’t enough time to prepare the composition and the framing: therefore, few minutes before the train stopped, I set the camera with the settings I thought correct, and I used the available time (less than a minute) to jump down, frame the scene, focus, shoot (with the train manager looking at me doubtfully) and return on the train before it was leaving. But I must admit I had fun, so much that I hope soon I can come here again to capture photos of this infrastructure, better if with more calm and with a different light. But to be a first and faint attempt, besides with few seconds available to prepare everything, I can say that for the moment I can be happy with the final result.


Reggio Emilia. Una foto scattata “al volo” durante la breve sosta con il treno alla stazione ferroviaria “Reggio Emilia AV Mediopadana“. Appena ho realizzato che il treno su cui viaggiavo si sarebbe fermato alla stazione di Reggio Emilia AV, ho pensato che si trattava di un’occasione che non dovevo lasciarmi scapapre. Infatti, le varie volte che sono passato da questa stazione (incluse quelle in cui l’ho costeggiata in macchina lungo l’autostrada A1) sono sempre rimasto molto affascinato dalla sua avveniristica architettura progettata da Santiago Calatrava: la sequenza di 19 moduli, ciascuno lungo circa 25 metri e formato a sua volta da una serie di 25 portali di acciaio sfalsati e distanziati tra loro di circa 1 metro (per una lunghezza complessiva pari a 483 m) genera una struttura molto particolare, del tutto simile a un’onda e che mi ha ricordato per certi aspetti il celebre Bridge of Aspiration di Covent Garden a Londra, che collega la Royal Ballet Upper School con la Royal Opera House.

Visto il fatto che ero in transito, non è cha avessi molto tempo per studiare la composizione e l’inquadratura: di fatto, poco prima che il treno si fermasse ho preparato la macchina con quelle che pensavo fossero le giuste impostazioni, e ho sfruttato il minuto scarso a mia disposizione per saltar giù, inquadrare, mettere a fuoco, scattare (con il capotreno che mi guardava dubbioso) e risalire sul treno prima che questo ripartisse. Ma devo dire che mi sono divertito, tanto che spero in futuro ci sia modo di tornare a fotografare questa infrastruttura, magari con più calma e con una luce diversa. Ma per essere un primo timido tentativo, oltre tutto con pochi secondi di preparazione, diciamo che per il momento posso ritenermi soddisfatto.

You may also like

Leave a Comment