Trieste Upside Down

by Bernardo Ricci Armani November 22, 2016 1 comment
Trieste Upside Down

Trieste (Italy). I generally like seaside towns and frontier towns, and for this reason I really love Trieste, which includes these two aspects in the same city. Furthermore, here the Central European soul (Trieste was the main sea access of the Hapsburg Empire, a period of strong economic and demographic growth for the city) merges the Mediterranean one, in a melting pot of races, cultures, religions and lifestyles.

Sometimes I have the opportunity to spend some hours in Trieste, and I think it’s a wonderful city to visit and to photograph, both with its traditional landscapes, both with its hidden corners. In the image here above, I captured the facade of a building along the Canal Grande, taken from a different point of view, reflected on the sea surface. Indeed, the two spirits of Trieste: the Central European one and the Mediterranean one.


Trieste. Personalmente amo molto sia le città di mare che le città di frontiera, e per questo a maggior ragione amo Trieste che ne incarna entrambi gli aspetti. Non solo, ma qui l’anima Mitteleuropea del nord (Trieste è stato il principale sbocco marittimo dell’Impero Asburgico, periodo durante il quale conobbe un’epoca di straordinario sviluppo economico e demografico) si fonde con quella Mediterranea in un crocevia di razze, culture, religioni e stili di vita.

Di tanto in tanto mi capita di aver occasione di passare qualche ora a Trieste, e trovo che sia una città bellissima da vedere e da fotografare sia con i suoi panorami più classici, che con i suoi angoli nascosti. Nella foto qui sopra, la facciata di un palazzo che si affaccia lungo il Canal Grande, presa da un punto di vista un po’ diverso, ossia riflessa sulla superficie del mare. Appunto, le due anime di Trieste: quella Mitteleuropea e quella Mediterranea.

 

 

You may also like

1 comment

Leave a Comment